giovedì 21 maggio 2015

Alla scoperta della Palazzina di Caccia di Stupinigi: una vera perla della Torino settecentesca.

Buonasera a tutti.
Eccoci ritrovati per il consueto racconto della giornata Aimant appena trascorsa. L'appuntamento di domenica scorsa ha avuto come sfondo la magnifica città di Torino.

Nonostante la distanza dalla nostra sede e nonostante fosse la prima visita organizzata nel capoluogo piemontese, siete stati in moltissimi a partecipare e per questo volevamo ancora una volta ringraziare tutti coloro che sono partiti, da ogni parte d'Italia, e sono venuti a Torino per trascorrere una giornata in nostra compagnia.

L'appuntamento era fissato per la tarda mattinata di domenica nella centrale Stazione di Torino Porta Nuova. Alcuni di noi si trovavano in realtà già qui e hanno colto l'occasione della visita organizzata dall'Aimant per trascorrere l'intero week-end alla scoperta delle molte bellezze della città.

Foto Alessandro Sabaini
Dopo un veloce pranzo abbiamo raggiunto in taxi la Palazzina di Caccia di Stupinigi dove ad attenderci c'era un'altra parte del nostro gruppo e tra loro anche alcuni amici dell'Associazione Immagine per il Piemonte che si sono uniti a noi per questa straordinaria visita.

Una guida molto preparata e disponibile ci ha condotti alla scoperta di questo Palazzo che a dispetto della sobria struttura esterna racchiude degli interni davvero sontuosi.

Foto Beatrice Guerrini
Foto Alessia Corradini
Foto Aimant
Foto Aimant
Foto Aimant
Foto Aimant

Foto Alessia Corradini
Tutti noi siamo rimasti a bocca aperta nell'ammirare gli Appartamenti Reali così perfettamente e riccamente decorati in perfetto stile settecentesco.


Foto Alessia Corradini

Foto Aimant

Foto Aimant

Foto Alessandro Sabaini

Foto Alessandro Sabaini

Foto Alessandro Sabaini
Molto interessanti anche i numerosi ritratti presenti all'interno degli Appartamenti che ritraggono diversi personaggi di casa Savoia tra cui le cognate di Maria Antonietta: Maria Giuseppina sposata poi al conte di Provenza (futuro Luigi XVIII) e sua sorella minore Maria Teresa divenuta poi contessa d'Artois per via del matrimonio col futuro Carlo X.

Foto Alessandro Sabaini

Foto Alessandro Sabaini


Tra gli altri qui si trovano anche i ritratti di personaggi esterni alla famiglia Savoia come Maria Leczinska moglie di Luigi XV di Francia e Maria Teresa d'Austria.

Foto Alessandro Sabaini

L'ambiente più imponente è sicuramente il grande Salone Centrale dove è possibile ammirare, oltre ai magnifici affreschi, anche un enorme lampadario realizzato in onore delle nozze tra Maria Teresa di Savoia e il conte d'Artois.

Foto Alessia Corradini

Foto Aimant

Altrettanto preziosi sono però anche i piccoli boudoir dell'Appartamento di Levante che, dopo un susseguirsi di Gabinetti cinesi e salottini rococo, termina con la minuscola Sala da Bagno dove spicca la vasca appartenuta a Paolina Borghese.

Foto Alessia Corradini

Foto Alessia Corradini

Foto Anna Arivella

Foto Beatrice Guerrini

Foto Beatrice Guerrini

Questo di Torino era l'ultimo straordinario appuntamento in programma  prima della pausa estiva.

Le visite da calendario riprenderanno a Settembre: il 6 settembre si terrà l'evento in abito d'epoca a Villa Sorra (Qui potete leggere il racconto della Giornata nel '700 a Villa Sorra 2014)mentre domenica 13 ci ritroveremo tutti a Milano.

Volevamo cogliere anche l'occasione per ringraziare quanti in questi mesi hanno partecipato con entusiasmo alle iniziative proposte e tutti coloro che hanno deciso di unirsi alla nostra Associazione.

Ricordiamo che per diventare Soci Aimant è sufficiente compilare il modulo che trovate QUI e versare la quota annuale di € 15. Potete trovare tutte le indicazioni alla voce "Diventa Socio" e per ogni info non esitate a contattarci all'indirizzo info.aimant@gmail.com

Grazie infinite a tutti voi e a presto.

Il Direttivo Aimant

Nessun commento:

Posta un commento

Ti potrebbero interessare anche

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...